Legislazione criptovalute e Russia: una strana situazione

La legislazione criptovalute non è uguale in tutti i paesi del mondo perché alcuni hanno deciso di creare delle regolamentazioni in modo da poter offrire ua certa sicurezza per chi investe anche se spesso è adoperata per cercare di controllare o quantomeno imbrigliarle nella burocrazia. E’ comunque importante tenere presente che in passato siano state create delle criptovalute a dir poco risibili. La Russia è un paese molto importante per il suo mercato ma le sue istituzioni sono decisamente contrarie alle criptovalute anche se è importante tenere presente che non sempre la burocrazia va di pari passo con il comune sentire della gente. Bisogna notare infatti che sebbene in Russia non siano state ancora formalmente accettate le valute virtuali una parte importante della popolazione ne fa largamente uso per acquisti online.

Legislazione criptovalute in Russia: c’è lo scontro tra Banca Centrale Russa e Ministero dello Sviluppo

Quello sulle criptovalute è una lotta tra due importanti parti dello stato: la Banca Centrale Russa ed il Ministero dello sviluppo. In sostanza si va a parlare di uno scontro tra due gruppi di potere che combattono per cercare di avere la supremazia. La Banca Centrale ha naturalmente posizioni più conservatrici, si deve ricordare che è questa istituzione che controlla tutte le problematiche della valuta, temendo che una criptovaluta, in quando decentralizzata, le toglierebbe di fatto molto potere. Il Ministero dello Sviluppo invece tende a favorire questo strumento poiché potrebbe essere un buon viadico per attirare capitali ed investimenti dall’estero. Sono presenti tre progetti di legge dispositati da tre organi differenti, compresa anche la Banca Centrale che comunque non sembrano essere in grado di andare incontro alle aspettative del mercato. Nello specifico si vuole limitare la il criptodenaro ad una sorta di Crowdfunding, cosa che in molti fanno ma vi sono altre modalità come per esempio gli acquisti.

La legislazione criptovalute è molto strana e per ora sta bloccando molto

Per ora non si può certamente pensare al paese europeo come una nazione molto aperta riguardo questa opportunità d’affari. Si deve quindi attendere del tempo per vedere cosa realmente dirà il legislatore russo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *